Le dimissioni si danno online – onere del DIPENDENTE


pc desktopDal 12/03/2016 le dimissioni, come previsto dalla riforma del Jobs act, dovranno essere trasmesse online dal dipendente, il quale può scegliere se effettuare personalmente la comunicazione oppure avvalersi di un patronato/sindacato.

Nulla vieta che il dipendente possa comunque presentare per iscritto le dimissioni all'azienda, specificando l'ultimo giorno di lavoro, data di decorrenza. Il lavoratore deve inoltre verificare sul proprio contratto il periodo di preavviso previsto dal Ccnl applicato dall'azienda.

DECORRENZA: dimissioni presentate dal 12/03/2016, escluse quelle presentate entro il 11/03/2016 anche con effetto successivo.

CHI RIGUARDA: tutti i lavoratori dipendenti.

CASI DI ESCLUSIONE:

  • Lavoro domestico (colf,badanti)
  • Dimissioni e risoluzioni durante il periodo di prova
  • Dipendenti Pubbliche Amministrazioni
  • Lavoratori del settore marittimo
  • Lavoratori parasubordinati (co.co.co., co.co.pro., associati in partecipazione, collaborazioni con partite IVA)
  • Interruzione anticipata del Tirocinio

 

 

Invio fai-da-te

  • Compilare il modello che si trova su www.cliclavoro.gov.it seguendo le istruzioni ed indicando se trattasi di Dimissioni, Risoluzione consensuale, Revoca del recesso e DATA DI DECORRENZA
  • Inviare il modello compilato con l'apposito tasto, così facendo sarà inoltrato via e-mail PEC al proprio datore di lavoro