Lavoro occasionale – utilizzo VOUCHER


- ATTIVITA' AGRICOLE E TURISMOpc voucher
   Rivolto persone prive di un reale interesse all'instaurazione di un rapporto di lavoro permanente. Il lavoratore non può svolgere l'attività per più di 30 giorni nell'anno solare (anche se in favore di committenti diversi). Può ricevere compensi per un massimo di € 5.000 annui. Il committente può utilizzare come pagamento i voucher per massimo € 10.000 all'anno.

- ATTIVITA' CONSEGNA PORTA PORTA
  Possono rientrare anche tutte quelle attività facenti parte sia del mondo della distribuzione che della vendita dei giornali, ricomprendendo anche certe attività di carattere promozionale, quali la distribuzione di volantini pubblicitari o fogli informativi relativi a prodotti o iniziative editoriali collegate alla stampa quotidiana o periodica, così come previsto dall'art. 70, lett. h), D.Lgs. 276/2003.

- ATTIVITA' LAVORO DOMESTICO
  Per le esigenze solo temporanee di lavoro domestico, non è necessaria la comunicazione.

- IMPRESA FAMILIARE DI CUI ALL'ART. 230-bis
   Qualora l'impresa familiare utilizzi prestatori all'interno dell'attività normalmente esercitata nel campo del commercio del turismo e dei servizi ai sensi dell'art. 70, lett. g), D.Lgs. 276/2003 potrà ampiamente fare ricorso ai buoni alla sola condizione di applicare il regime contributivo e assicurativo del lavoro subordinato (art. 72, co.4-bis, D.Lgs. 276/2003). Nei casi, invece, in cui l'impresa familiare intenda avvalersi del lavoro occasionale accessorio secondo le altre tipologie di attività previste dalle restanti lettere dell'art. 70, co. 1, D.Lgs. 276/2003 potrà utilizzare i buoni lavoro ordinari con il regime contributivo e assicurativo agevolato, il quale prevede la contribuzione pari al 13% da versare alla gestione separata, come previsto per tutti i settori e tutte le tipologie di imprese.
VAL.NOMINALE 10 €  DI CUI 2,5 €  INPS E INAIL = VAL. NETTO 7,5 € 

- ALTRI DATORI DI LAVORO
   Il voucher può essere utilizzato da parte di tutte le altre tipologie di datori di lavoro e imprese e per qualsiasi attività lavorativa. I datori di lavoro interessati dovranno iscriversi presso i Centri per l'impiego, così da evidenziare la propria intenzione di usufruire del rapporto di lavoro occasionale di tipo accessorio. I lavoratori devono essere giovani con meno di 25 anni di età, regolarmente iscritti ad un ciclo di studi, presso l'Università o un istituto scolastico di ogni ordine e grado, ma limitatamente ai periodi di vacanza. Tale categoria potrà prestare lavoro occasionale a favore di datori di lavoro ed imprese di ogni dimensione e tipologia, anche a carattere non familiare, ed in ogni settore produttivo, compreso il commercio, il turismo ed i servizi. La condizione abilitante potrà essere autocertificata dai soggetti, con onere poi a carico dell'Inps di verificare il fondamento della stessa.