Impresa familiare


Si definisce impresa familiare quella in cui collaborano: coniuge, parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo grado (art. 230 bis c.c.).

Caratteristiche principali:
imnp famm
- non si stipulano contratti di lavoro tra familiari(coadiuvanti);
- i coadiuvanti dovranno versare i contributi Inps ed Inail;
- ai fini fiscali, è possibile stabilire quote per la suddivisione del reddito d'impresa (atto stipulato presso il notaio);
- equiparabile a ditta individuale, è sempre il titolare ad assumere decisioni e diritti ed obblighi derivanti dai rapporti con i terzi;
- non è necessaria la continuità della presenza in azienda del collaboratore familiare, si fa riferimento solo alla continuità dell'apporto di lavoro.

La suddivisione del reddito di impresa tra parenti o affini permette in alcuni casi di poter usufruire di un aliquota di tassazione inferiore.